gian luca proietti cinabro

Le liberta’ sognate manifesto

2011, stampa digitale

Per il progetto di questo manifesto cercavo un elemento “concreto” da affiancare al dato stesso della ricorrenza e dell’evento. Il riferimento storico e lo spettacolo avevano bisogno di un punto visivo che facesse da ponte, da collante. Qualcosa di leggero, pero’, semplice ma di forte impatto.

Una vecchia camicia, rosso-arancio, appesa ad una stampella perche’ riposta in una armadio, messa via, non piu’ indossata si trasforma, nel manifesto, in segno, richiamo visivo, oggetto curioso, cimelio di un fatto.